Jizzy.net

la tua risorsa per il Web

Posizionamento nei motori di ricerca

Per posizionamento di un sito rispetto ad una specifica parole (o frase) chiave si intende la posizione che occupa il nostro sito nella SERP dei motori di ricerca. I fattori che incidono nel posizionamento possiamo classificarli in due grandi categorie: fattori interni e fattori esterni.


I fattori interni

Sono sostanzialmente tutti quelli che possono essere controllati e gestiti durante la progettazione e sviluppo di un sito web come:

  • La scelta della chiave: E' la parola o frase con cui vogliamo apparire nei primi posti dei motori di ricerca e volontariamente è stata messa al primo posto di questa lista in quanto è questo il nostro obiettivo; farci trovare facilmente con quello che facciamo, vendiamo o proponiamo.

  • Il nome del dominio: E' una scelta molto importante in quanto rimarrà per sempre. Deve essere facilmente memorizzabile, possibilmente corto, attinente con la nostra attività o ricordare la nostra marca. Se contiene la chiave di ricerca sarà più facile spingerlo nei motori.

  • I TAG e i Meta TAG. Alcuni TAG sono presi in considerazione dagli spider dei motori di ricerca per cercare di capire quanto quella pagina è attinente con la ricerca dell'utente e tra questi molto importante è il "title", ovvero il titolo della pagina. Altro TAG molto usato è "description" ovvero la descrizione del sito. In verità non tutti gli spider si comportano allo stesso modo. Ad esempio per Google la descrizione del sito può anche mancare; in questo caso prende come descrizione la frase nel sito dove è rilevante quella chiave. Il Tag keywords ha perso invece molta importanza a differenza degli anni addietro dove era sufficiente mettere una sflilza di key ripetute nel contenuto della pagina per riuscire ad apparire nei primi posti della SERP.

  • Il contenuto. Inutile dirlo è la parte più importante del nostro sito, quello con cui comunichiamo con l'utente visitatore. Le pagine devono essere scritte in maniera corretta, ben strutturata, senza errori ortografici nè lessicali. I motori di ricerca riescono a capire ciò di cui parla il sito dalle parole in esso contenute. E' bene quindi che le nostre keywords siano contenute nel testo in maniera armonica. E' stato calcolato che keywords contenute in una percentuale tra il 2% e il 5% (keywords density) siano la soluzione ottimale. Una percentuale inferiore infatti potrebbe far credere che quelle parole non siano rilevanti, viceversa oltre il 5% potrebbero generale quel che viene chiamata "keywords stuffing" e molti motori potrebbero penalizzare questo considerandolo SPAM.

  • La struttura. Per struttura possiamo intendere il modo in cui è strutturata la pagina, l'organizzazione dei menu e dei sottomenu, i link interni ed esterni, fattori importanti per garantire al visitatore un sito ben accessibile e navigabile. Una buona struttura corrisponde anche ad un buon posizionamento nei motori di ricerca.

  • La validazione del codice. La validazione di una pagina web serve a certificare che quella pagina è compilata secondo degli standard web. Gli standard web sono delle regole universali che definiscono le modalità d'uso dei linguaggi indipendentemente da aspetti particolari; per esempio, riferiti a un solo tipo di browser. Utilizzando gli standard web si assicura compatibilità e flessibilità tra browser. Attualmente, l’unico sistema internazionale per il corretto uso dei linguaggi di programmazione nel web-design è il World Wide Web Consortium (W3C), organo che si occupa del problema della definizione di standard di navigazione nel Web. Può essere validato l'HTML di compilazione, vedi http://validator.w3.org/ ma anche il CSS come ad esempio questo tool mostra http://jigsaw.w3.org/css-validator. Alla domanda se la validazione ha effetti sul posizionamento del sito nei motori di ricerca dobbiamo rispondere in parte si in quanto:
    • una pagina validata è una pagina che è stata correttamente programmata e quindi più veloce in quanto il browser non deve interpretarla per fornire il risultato a video
    • non ci sono rischi di TAG errati che il browser dei motori di ricerca non riesce a leggere e quindi diminuisce il rischio di mancata indicizzazione.


I fattori esterni

I fattori "esterni" sono tutti quegli elementi che incidono sul posizionamento del sito nei motori di ricerca ma non riguardano la progettazione o la realizzazione del sito e sono essenzialmente:


Sviluppi futuri

Da tempo si sente parlare di semantica dei motori, analisi dei contenuti e forse non è un caso che Google abbia brevettato un nuovo prodotto dal titolo "Detecting spam documents in a phrase based information retrieval system" da cui la novità dal nome PhraseRank. Questo brevetto introduce una nuova metodologia per la classificazione dei documenti, non più legate a singole parole ma ad intere frasi.

Il PhraseRank si aggiungerebbe al già noto TrustRank ideato e brevettato da Yahoo e poi acquistato da Google il 16 marzo 2005 che è una tecnica di analisi dei link per distinguere le pagine web utili ai fini della navigazione e distinguerle da quelle considerate SPAM.

Plus500

Newsletter

Newsletter
Iscrizione Newsletter

L'iscrizione alla newsletter permette di ricevere importanti informazioni sulle tematiche e gli sviluppi del sito.
Le nostre news non sono invasive e vi potete cancellare in ogni momento con un semplice click.

Copyright © 2016. Tutti i diritti riservati.