Jizzy.net

la tua risorsa per il Web

Il PageRank

Il PageRank deriva il suo nome da uno dei fondatori di Google, Larry Page e gioco di parole vuole che il "punteggio di Page" o PageRank sia un valore numerico che varia da 0 a 10 che Google assegna ad una determinata pagina per determinarne il suo valore.

Attualmente il PageRank è deprecato, lo stesso google ne ha dato ufficiale comunicazione. Quello che segue è ciò che voleva significare anni fa...

Prima che Google inventasse il PageRank i motori di ricerca utilizzavano già la link popularity come parametro di correzione dell'ordinamento nei loro algoritmi ed anche i webmaster avevano iniziato a capire come aumentarla artificialmente, creando centinaia o anche migliaia di pagine web che contenessero link ai siti da “spingere”.

Il PageRank è un concetto migliorativo della link popularity e gli utenti dimostrarono di gradire il modo di Google di rispondere alle interrogazioni (query) e lo premiarono facendolo primeggiare su tutti gli altri motori di ricerca.

Il concetto che sta alla base del PageRank è il seguente:

quanto più una risorsa è citata tanto più essa è importante. Questo concetto esteso al web significa: quanto più una pagina riceve link da altri webmaster, tanto più quella pagina è rilevante. Ma la sola "link popularity" non è l'unico fattore a determinare il valore della pagina in quanto conta anche il valore della pagina che dà il link. Ricevere un link da una pagina con PR elevato (che quindi ha essa stessa un buon valore) non è la stessa cosa che riceverlo da una pagina con PR basso.

Nel calcolo del PagaRank quindi sono due i fattori che vengono presi in considerazione:

  • il numero dei link
  • il valore della pagina che dà il link

L'algoritmo che sta alla base del calcolo del PageRank è ovviamente segreto ma si può ipotizzare una formula del genere che fa uso della teoria dei processi di Markov:


PR[A]=(1 - d) + d\left (\frac{PR[T1]}{C[T1]} + ... + \frac{PR[Tn]}{C[Tn]}\right )

Dove:

  • PR[A] è il valore di PageRank della pagina A che vogliamo calcolare

  • T1...Tn sono le pagine che contengono almeno un link verso A

  • PR[T1] ... PR[Tn] sono i valori di PageRank delle pagine T1 ... Tn

  • C[T1] ... C[Tn] sono il numero complessivo di link contenuti nella pagina che offre il link

  • d (damping factor) è un fattore deciso da Google e che nella documentazione originale assume valore 0,85. Può essere aggiustato da Google per decidere la percentuale di PageRank che deve transitare da una pagina all'altra e il valore di PageRank minimo attribuito ad ogni pagina in archivio.

Dalla formula si nota quindi che all'aumentare del numero di link complessivi dei siti che puntano ad A il PageRank aumenta.

Si può agevolmente vedere il PR di una pagina utilizzando la Google toolbar che si può scaricare gratuitamente da Internet. Il valore della Google toolbar però che varia da 0 a 10 è su base logaritmica e non rappresenta il valore reale del PageRank (che è noto solo a Google) bensì il range nel quale il PageRank reale è compreso.

Ecco un esempio abbastanza attendibile che visualizza i valori reali e i valori della Toolbar:

PR reale

PR sul Toolbar

 

1-10

1

Quasi tutte le nuove pagine

10-100

2

Pagine con qualche link esterno

100-1000

3

Inizio della diffusione

1.000-1.0000

4

Popolarità media

10.000-100.000

5

Popolarità media, linking interno ottimizzato

100.000-1.000.000

6

Pagina di un sito importante

1.000.000- 10.000.000

7

Irraggiungibile per il normale webmaster

 

Il valore del PR sulla toolbar è su scala esponenziale e questo spiega perchè il passaggio da un PR4 ad un PR5 è molto più difficoltoso di un passaggio da un PR3 ad un PR4.

 

Due identiche pagine su siti differenti a parità di ottimizzazione avranno un posizionamento diverso e migliore sarà la pagina con il PageRank più elevato.

 

L'importanza del PageRank

Il PageRank è importante perchè:

  • Dà a colpo d'occhio una indicazione della popolarità ed autorevolezza della pagina. Il PR della toolbar è utile anche quando si debba valutare un sito, per un acquisto o per fare un scambio di link.

  • Serve a misurare la competitività per una specifica keywords. Se dopo una richiesta con una specifica chiave la SERP visualizzerà nei primi posti siti con PR elevato sarà più arduo per il SEO apparire nelle prime posizioni.

  • A parità di altre condizioni una pagina con PR elevato apparirà prima di altre nella SERP.

 

Come aumentare il PageRank?

Innanzitutto dobbiamo fare una precisazione: quando si parla di PageRank ci si riferisce al PageRank di una singola pagina, non all'intero sito. Si sente spesso leggere: "il mio sito ha un PR5". In questo caso ci si riferisce alla home page del sito, ma ogni pagina interna avrà un suo PR.

Tra i consigli per aumentare il PageRank si possono indicare:

  • Il numero di link ricevuti; maggiori sono e meglio se di PageRank elevato, maggiore è il beneficio che la nostra pagina ne riceve.

  • Il PageRank è trasmissibile sia con link interni che con link esterni. Prendiamo atto di questo sia quando inseriamo link interni sia quando andiamo a linkare risorse esterne.

  • Ricevere un link da una pagina con PR4 ma con pochi outbound links può essere più vantaggioso che ricevere un link da una pagina con PR5 ma con moltissimi link in uscita. In questo caso infatti il PR della pagina cedente andrà a ripartire il suo valore su moltissime altre pagine.

  • Offrire link solo a siti di qualità e possibilmente in tema con il nostro

  • Offrire link solo a quei siti che migliorano l'esperienza di navigazione degli utenti del nostro sito

  • Evitare link a siti che usano trucchi di posizionamento (testi invisibili, doorway, link farm, cloaking, ecc.) in quanto un link è come un "consiglio" che viene dato ai visitatori del proprio sito e ai motori non fa piacere sapere che consigliamo la visita di siti "poco puliti".

Copyright © 2016. Tutti i diritti riservati.